Gen 11, 2019

THE ST.REGIS ROME L’ICONICO HOTEL DIVENTA CONTEMPORANEO

The St. Regis Rome L’iconico hotel diventa contemporaneo

Roma nell’immaginario collettivo è una città iconica per definizione, monumenti, vicoli, musei, sono conosciuti in tutto il mondo e il suo carisma non si deteriora con il passare degli anni. Di iconico Roma però non ha solo questo, ma nasconde in sé strutture che ne hanno fatto la storia, che l’hanno resa esempio di stile e accoglienza nel mondo.

Una di queste strutture è il The St. Regis Rome posizionato in un punto strategico tra piazza della Repubblica e il palazzo del Quirinale, questo hotel vanta ben 125 anni di storia ed è stato riportato a nuova luce da poco, con una ristrutturazione a dir poco fantastica durata diversi anni.

L’ hotel viene inaugurato la prima volta  nel 1894 da un leggendario albergatore César Ritz , e divento da subito famoso a livello mondiale, per la sua ospitalità, qualità che si è portata dietro nel corso del tempo fino ad oggi.

L’hotel come dicevamo è stato ristrutturato ed inaugurato da poco e ne è uscito fuori un capolavoro di contemporaneità; i lavori affidati al al celebre studio di interior design Pierre-Yves Rochon Inc. (PYR) con sedi a Parigi e Chicago, rendono omaggio ai 125 anni di storia della struttura reinterpretando in chiave contemporanea l’eleganza che l’ha distinta negli anni.

Non potevamo assolutamente non raccontarvi questo gioiello romano che in questo rinnovamento coinvolge un pò tutte le eccellenze del design made in Italy. Diverse sono le collaborazioni che accompagnano la nuova vita del The St. Regis Rome ; la stilista Giada Curti ha curato le nuove divise, la galleria d’arte Galleria Continua ha dato una luce contemporanea, le opere sono integrate perfettamente con gli spazi circostanti e la lobby diventa una galleria d’arte fruibile; con cadenza semestrale ci saranno diverse esposizioni delle opere che fanno parte della galleria stessa. L’illustratore Gianluca Biscalchin ha arricchito con i suoi disegni molti accessori presenti nelle stanze , il team di designer di Garage Italia ha reinventano e messo a disposizione una macchina d’epoca per dei tour nella città.

IF Art Unique Experiences, agenzia guidata da Filippo Cosmelli e Daniela Bianco ha crea itinerari unici pensati appositamente per l’hotel e gli ospiti potranno prenotare l’itinerario che più li stimola. Una ristrutturazione culturale che rende questo hotel ancora più affascinante.

The St. Regis Rome è stato rivisitato in tutte le sue parti per rendere la struttura fruibile dalla nuova generazione di viaggiatori sempre più sofisticati ed esigenti, e ogni spazio è stato studiato in prospettiva per loro.

I colori sono accoglienti, rassicuranti, rilassanti; tonalità pastello elegantemente alternate danno nuova vita alle camere, mentre una palette di nero e oro caratterizza la lobby, in cui ricorrono forme geometriche, archi e colonne scanalate.

Una cosa molto bella di questa ristrutturazione è un importante componente di luce naturale che illumina i toni del crema, bianco e tortora che caratterizzano ulteriormente gli spazi.

Il Lounge Bar Lumen, Exquisite Cocktails & Cuisine, con il suo elegante bancone dai toni dell’oro e del nero è incorniciato da una bottigliera di vetro blu retroilluminata, dove trova spazio un’importante collezione di wines & spirits provenienti da tutto il mondo, qui si potranno fare pranzi e cene in perfetta tranquillità. 

Il Lounge Bar è collegato alla Library dal color blu zaffiro, questo è l’angolo più intimo dell’hotel e costudisce una accurata collezione di libri. E’ sempre stato il rifugio ideale per conversare di cultura e arte durante l’ora del tè pomeridiano o per un bicchiere di buon vino, la Library è l’essenza del glamour moderno del marchio St. Regis.

Il vero gioiello però secondo noi è la Ritz Ballroom, che prende il nome dal famoso albergatore César Ritz, fu inaugurata nel 1894 come la prima sala da ballo pubblica a Roma. Progettata dall’architetto romano Giulio Podesti e decorata con affreschi di Mario Spinetti. Gli affreschi  sono un brillante esempio di patrimonio preraffaellita romano, e sono perciò protetti dalla Sovrintendenza alle Belle Arti, vi assicuriamo uno spettacolo davvero unico. 

Le nuove camere e suite riflettono suggestioni degli stili Impero, Regency e Luigi XV. Ogni stanza è caratterizzata da uno dei colori scelti da PYR per il restauro degli spazi comuni, e vanno dall’azzurro polvere  alla calda terracotta delle mura romane al tramonto. La selezione di una serie di sfarzosi tessuti, fresche lenzuola e specchi cesellati a mano creano un senso di spazio, tranquillità e lusso. Il tutto ulteriormente accentuato dalla luce naturale del giorno e dalla calda illuminazione  serale dei lampadari veneziani, anch’essi restuarati.

Speriamo di avervi incuriosito facendovi conoscere un pezzo di storia di Roma riportato a nuova vita da un eccellente restauro. A breve sarà inaugurato anche il ristorante fruibile anche da chi non è ospite della struttura, seguiteci ve lo racconteremo molto presto.

Credits: Isabella Talone | Fabrizio Politi

You Might Also Like

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy Cookie Policy