Giu 11, 2018

HENDRICK’S L’INUSUALE SENSIBILITA’ DEL CETRIOLO

Hendrick’s l’inusuale sensibilità del cetriolo 

“Presto! Portatemi una brocca di sidro affinché possa bagnare la mia mente e dire qualcosa di saggio!” Diceva Aristofane e come dargli torto … 

Di sidro oggi sicuramente se ne fa meno uso ma il gin è la base di alcuni fra i cocktail più famosi al mondo che continuano a bagnarci la mente: Gin Tonic, Gin Rickey, White Angel o Vesper Martini, e tra i Gin più bevuti al mondo c’è sicuramente l’Hendrick’s; distillato in Scozia insieme a una miscela di 11 specie botaniche è facilmente riconoscibile per la sua particolare bottiglia verde scuro che richiama quelle usate dai farmacisti in epoca Vittoriana, utile per mantenere e conservare le essenze e gli elementi botanici dei liquidi.

Hendrick’s Gin nasce nel 1999 secolo scorso ed è relativamente giovane, d’ispirazione settecentesca, sicuramente, ma lontano da quell’epoca dove il governo inglese si trovò costretto a condannarlo come causa di degrado morale e a sovrattassarlo per limitarne produzione e vendita.

Il processo di distillazione del gin Hendrick’s prevede un’infusione di rosa e cetriolo dalla particolare aromaticità; e il modo migliore per esaltare un cocktail a base di Hendrick’s è proprio guarnirlo con una fettina di cetriolo, sapore sicuramente inusuale ma che ha permesso alla casa madre di avere l’idea di dedicargli una giornata e proclamare il 14 giugno come “World Cucumber Day“.

Che l’azienda scozzese fosse fuori dal comune lo si è sempre saputo ma l’idea di creare una giornata intera dedicata all’ingrediente più bizzarro ma amatissimo per i cocktail di nuova generazione, ha davvero sorpreso tutti. Dopo il successo dello scorso anno infatti Hendrick’s decide di replicare con i suoi Cucumber Gardens veri e propri templi dedicati al Gin e al suo inusuale ingrediente magico.

Un esperienza unica che a Roma si è svolta al Satyrus Temporary Bar in via Scalea Bruno Zevi e l’ Hendrick’s Cucumber Garden a Milano in piazza XXIV Maggio.

Giardini segreti e inusuali, stravaganti nel loro modo di presentare il mondo del cetriolo che secondo un studio portato avanti da Graham Brown, ricercatore all’Università di Sydney, ha dimostrato «l’impressionante capacità di reagire agli stimoli esterni e una grande consapevolezza dell’ambiente che li circonda»  e addirittura che crescono al loro meglio ascoltando musica rock.

I Cucumber Garden dall’eleganza tipicamente vittoriana ospitavano il “professor”, esperto botanico, che spiegava tutte le caratteristiche di Sua Maestà il cetriolo e vi faceva conoscere alcune nuove specie di cetriolo ormai rare ed introvabili.

Per tutto il periodo dal 30 maggio al 14 giugno, giorno dedicato alla celebrazione  del “World Cucumber Day“, negli Hendrick’s Cucumber Garden, e nei locali selezionati e in altri punti strategici della città è stato distribuito un Booklet tascabile, contenente una breve storia dei cocktail e dei bar coinvolti, una nota sui Mixologist che li rappresentano e le descrizioni degli Hendrick’s Special Cocktails.

Questo Bookelet diventa una sorta di passaporto del vostro “viaggio”  dove grazie ad una tabella con cinque spazi potevate inserire i cinque “Hendrick’s stamps”, ognuno dedicato ad uno dei drink creati appositamente  l’occasione. Collezionandoli tutti si poteva partecipare all’estrazione per ricevere il “Cucumber Box”, premio prezioso riservato ai veri cultori dell’Hendrick’s Gin.

Come sempre l’azienda scozzese ci ha sorpreso ed è riuscita a portarci in un mondo fuori dal tempo, ma non è finita qui perchè a settembre si replica e ne vedremo delle belle.

 

 

STAY TUNED …


Credits: Isabella Talone | Fabrizio Politi

You Might Also Like

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy Cookie Policy