Feb 02, 2018

BARCELLONA CON TOYOTA YARIS GRMN

Barcellona con Toyota Yaris GRMN

Kiichiro Toyoda, fondatore di Toyota, una volta ha detto: “Il settore sportivo è fondamentale per le innovazioni nella fabbricazione delle auto e per l’intera industria automobilistica.”

Questo concetto è quello che qualche giorno fa ha portato me e Fabrizio a Barcellona insieme a Toyota Italia e Toyota Europa alla scoperta di una vera bomba della casa: la Toyota Yaris GRMN limited edition.

Tre giorni in una città fantastica per provare tutta la potenza e la sicurezza di un eccellenza della meccanica Toyota ispirata alla Yaris WRC 2017 che partecipa al Campionato Mondiale FIA di Rally.

Una macchina nata all’interno di TOYOTA GAZOO Racing, l’ Officina , il luogo dove i team motor sport (i meccanici specializzati) lavorano insieme migliorando continuamente anche il più piccolo dettaglio con l’obiettivo di offrire ai clienti automobili e servizi sempre migliori.

La Toyota Yaris GRMN limited edition è stata realizzata in soli 600 esemplari venduti tutti esclusivamente online, una macchina che non si può definire la classica berlina anche perchè il suo motore 1.8 sovralimentato, permette di raggiungere la velocità di 230 km/h con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 6,5 secondi, il tutto con una tenuta straordinaria.

L’ experience con Toyota è stata pensata per far vivere in pieno quello che è lo spirito di questa grande casa automobilistica; un lavoro di squadra sempre ben visibile in ogni spostamento, un team affiatato fatto di professionisti, organizzatori, meccanici, staff, sempre presenti e a disposizione per tutta la durata del soggiorno.

Cerchiamo di raccontarvi in breve quelli che sono stati giorni molto intensi e ricchi di emozione.

Arriviamo a Barcellona il venerdì verso ora di pranzo, veniamo accolti dallo staff Toyota che ci accompagna presso l’Hotel Miramar Barcellona , l’Hotel che ci ospiterà in queste giornate, un hotel 5 stelle con vista mozzafiato su Barcellona.

La sera ci sarà la presentazione della Toyota Yaris GRMN proprio dentro l’hotel ma abbiamo tutto il pomeriggio per goderci un po la città.

Decidiamo come al solito di andare a piedi per vivere a pieno i sapori e i colori di questa città fantastica cosmopolita che si affaccia sul mare e si dibatte nelle sue diverse anime.

La giornata è stupenda e si respira aria di primavera, una camminata sulla Rambla particolarissimo e lunghissimo viale alberato fulcro della movida della città, ci fa subito capire lo spirito di Barcellona; colorata, multietnica con un architettura ricca che ti fa perdere lo sguardo ad ogni angolo.

Primo step su questo lungo viale è la Pastisseria Escribà, un antica bottega oggi pasticceria luogo fantastico sia fuori per la sua facciata molto particolare, ma sopratutto per i dolci che sono una vera delizia, da provare assolutamente se passate in città.

Assaggiamo un paio di cose e riprendiamo la nostra camminata che ci porta in uno dei mercati più famosi della città, il coloratissimo Mercato della Boqueria.

Le origini di questo mercato sono molto antiche ed difficile individuarne la data esatte anche perché diverse attività, come la vendita di carne e pesce, venivano effettuate saltuariamente già dal 1200 nel luogo dove oggi risiede il mercato.

La struttura cosi come la vediamo oggi venne inaugurata solo nel 1840.

Qui si respira davvero quello che è lo spirito di questa città, colori, sapori, profumi tutto si mescola perfettamente nello spirito multietnico di Barcellona. Assaggiamo il frutto della passione, fragole con una colata di diversi cioccolato da far girare la testa , e poi ? come rinunciare ad un cartoccio di Papa Negra? Infatti ne io ne Fabrizio rinunciamo, ma credo che non avevate dubbi ahahah…

La nostra passeggiata continua, attraversiamo Plaza Catalunya e ci dirigiamo verso le principali opere architettoniche di Gaudì a Barcellona, anima pulsante del “Modernismo Catalano”, inserite tra l’altro dall’Unesco, nei siti patrimonio dell’umanità.

Non riusciamo a vedere tutto naturalmente il tempo è poco e ci sarà modo di tornare per approfondire questa città, la Sagrada Família (iniziata nel 1883 ed opera incompiuta alla scomparsa di Gaudì nel 1926) e la stupenda Casa Batlló non ce le perdiamo era per nessuna ragione; restiamo incantati da tanta bellezza e ogni particolare diventa una storia tutta da scoprire, ma è ora di tornare in hotel ci dobbiamo preparare per la serata.

Un pò di relax in stanza e scendiamo per la presentazione. Scendiamo nella hall e in una sala riservata finalmente  la vediamo in tutto il suo splendore Toyota Yaris GRMN  è finalmente davanti a noi.

Già a prima vista si capisce che questo è un veicolo di razza, nata come vi abbiamo detto all’inizio, dalle modifiche e dai costanti sviluppi del team motor sport.

Proposta unica nella sua classe, come ci dicono i responsabili Toyota Europa, Yaris GRMN mostra il suo carattere sportivo nel motore ad alte prestazioni, nell’estetica ispirata al WRC e nell’abitacolo incentrato sul guidatore.

Il telaio è stato rinforzato attraverso delle barre stabilizzatrici nella parte inferiore del veicolo, e con l’aggiunta di una barra duomi nella parte anteriore, oltre ad un differenziale Torsen antislittamento. Yaris GRMN assicura un controllo di precisione e una trazione straordinaria in curva e tutto questo ci dicono che ce lo faranno testare nella giornata successiva nel circuito di Parcmotor Castellolì.

La serata trascorre ammirando la Yaris GRMN e gustando l’eccellente cucina del’ Hotel Miramar Barcellona.

Finalmente ci siamo è arrivato il momento di andare a testare la Yaris GRMN, appena scendiamo nella hall il team Toyota sempre presente, ci dice che è già a disposizione una vettura per noi, e che possiamo arrivare al circuito direttamente con quella per provare già come si presta a stare in strada.

Il driver naturalmente non sono io ( come già vi ho detto in un’altro post blog e meglio che non mi metto alla guida)  ma Fabrizio, che per tutto il tragitto la testa e resta sorpreso delle prestazioni di questa piccola compatta ma grintosissima versione. Un leone mascherato da city car che risponde benissimo a tutte le sollecitazioni e affronta la strada senza temere nulla, questo racconta Fabrizio ai meccanicicuriosi di sapere come si era trovato con la macchina.

Arriviamo al circuito di Castellolì e troviamo ad aspettarci anche un altro capolavoro di casa Toyota la GT86.

Per i puristi della guida sportiva questa macchina, come ci dicono i meccanici che si trovano in pista, è puro divertimento. Il design è compatto gli interni sono di un eleganza estrema, sotto il cofano si trova un motore quattro cilindri boxer da 2.0 litri capace di erogare ben 200 cv sulla trazione posteriore spingendo la vettura fino a 226 km/h.

Insomma tra la Yaris GRMN e la Toyota GT86 capiamo subito che ci sarà da divertirsi sopratutto perché per quanto riguarda la GT86 ci sarà un ospite d’eccezione a farcela testare; Fredric Aasbo campione di Drifting.

I test previsti erano tutti legati a testare la macchina e a farci capire la sicurezza di queste vetture. Sono stati test legati controllo della trazione e il controllo della frenata dove gli istruttori prima ci facevano vedere dove la macchina poteva arrivare e come doveva essere spinta e poi ci mettevano alla guida e ci facevano ripetere le stesse cose.

Durante questi test è uscita fuori l’anima della Yaris GRMN una macchina dalla guida scattante e potente, che riesce a coniugare maneggevolezza con la velocità senza mai dimenticare il massimo della sicurezza e della tecnologia.

La parte più bella è stata poi quella diretta sul circuito dove si poteva spingere e mettere in pratica tutto quello che ci avevano fatto vedere nei test precedenti.

Per quanto riguarda incede la Toyota GT86 in realtà lo spettacolo vero lo ha fatto Fredric Aasbo con le sue “ donuts “ strepitose a velocità pazzesca tenendo la macchina in maniera impressionate.

Io il giro in macchina con Fredric non l’ho fatto, non per paura ma come pensate voi, ma perchè la prova c’era subito dopo pranzo ahahah … Fabrizio invece impavido l’ha affrontata tranquillamente anzi si è messo anche alla guida cercando di replicare gl’insegnamenti di Fredric riuscendo anche discretamente.

Finiti i test torniamo in hotel sempre a bordo della Yaris GRMN , è pomeriggio ed è ancora presto così decidiamo di fare un altro giro per Barcellona visitando il Barrio Gotico.

Raccontare la bellezza di questo luogo in poche parole non è semplice, questo è il cuore pulsante di Barcellona il suo centro storico, fu il punto nevralgico della vita politica e religiosa della Barcellona medievale. Questo quartiere nasce sui resti del Barcino, antico nucleo romano, e ne presenta ancora la struttura urbanistica dell’epoca.

E’ uno spettacolo di urbanistica che spazia tra le sue chiese, le piazze e il labirinto di stradine che lo compongono. Al centro di questo Barrio Gotico troviamo la cattedrale de la Santa Creu e Santa Eulalia, risalente al 1298, la struttura presenta vari stili architettonici.

La facciata principale è in stile neogotico e fu terminata nel 1900,la torre centrale si innalza nel cielo per ben 70 metri e  l’interno è qualcosa di spettacolare, tutto illuminato con luce naturale.

Si avvicina la sera ed è ora di tornare verso l’hotel, anche perchè ci dobbiamo preparare per la cena saremo ospiti di Toyota Europa e il tutto si svolgerà in un posto sul mare davvero molto particolare.

Si tratta del One Ocean Club, un locale molto raffinato che si affaccia sul mare, un design elegante dai colori caldi  e una cucina strepitosa.

Trascorsa la serata in questo splendido locale ci aspetta l’ultima giornata con la Yaris GRMN, una giornata che è stata pensata per farci provare la macchina in un giro panoramico che dal centro di Barcellona ci porta fuori verso i territori dove ci sono i vigneti arrivando fin verso la costa.

Un tragitto  fatto di curve, salite, discese, dove la Yaris GRMN ha potuto mostrate tutti i suoi molteplici aspetti, dallo scatto, alle curve più strette, un piccolo rally tra le colline spagnole che ci hanno fatto sentire tutta la grinta e la potenza di questa piccola di casa Toyota.

Finito il percorso facciamo una breve pausa con tutto lo staff Toyota e poi ci dirigiamo verso l’ aereoporto, dove a malincuore riconsegnamo la Yaris GRMN, una macchina che ci ha impressionato per tenuta, stabilità e prestazioni, una vera regina della strada.


Thanks to:

Toyota Italia

Toyota Europa

Toyota Yaris GRMN limited edition


Credits: Isabella Talone | Fabrizio Politi

You Might Also Like

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy Cookie Policy